martedì 13 maggio 2008

Alberto Bevilacqua prima serata Beppe Costa Incontri

Lunedì 19, Maggio, ore: 21.00
presso Pellicanolibri Via Gattico 3, Roma (Casalotti)
Ingresso libero



Da: Duetto per voce sola, Einaudi, 2008

tra grazia e crudeltà
chi lo dice
che qualcosa non accadrà
che dato per vero, scoperto per il contrario
è il solo binario

*****
L’idea madre

riposano melodie
astrali sul tuo seno
come figlie
che chiedono latte terreno,
sei madre eterna che incarni
già un orfano umano di te,
io il tuo figlio sbagliato:
mia burrasca di comete
inevitabile col sereno.

*****
Altre similitudini

è bello quando proviamo insieme
a far rientrare
la nostra eternità in un vostro pensiero:
ci sta come il veliero
costruito dentro la bottiglia
- è la solita fattura
del rompicapo che sconvolge
i dotti, risibile
invece per la destrezza anche di un bambino,
basta avere una mano
da artigiano paziente.

*****
I numeri immaginari sono una costruzione matematica
siamo tutti un debito da centuplicare:
mai pagare puntuali
mai pagare da onesti, accrescere invece
a dismisura il credito
della Banca Planetaria
coi relativi interessi di orrori e delitti
… sperperare il nostro avere
fino all’ultimo sguardo, l’ultimo
paesaggio di rovine
nulla
fino alla bancarotta interstellare
tanto si sa inevitabile la stretta finale
… la morte
non è forse questo:
l’astuzia mercantile volgare della vita?
Posta un commento