martedì 20 aprile 2010

Settimana della Cultura - Dal 19 al 24 aprile 2010



Dal 19 al 24 aprile, una settimana di proposte per celebrare la Settimana della Cultura.

Il salotto delle Messaggerie Sarde
Piazza Castello 11
Sassari, Italy, 07100
Telefono:
079 230028


Giovedì 22 aprile alle 18:30 l’Associazione Culturale Verba Manent “aprirà le danze” con Books’n’Blues: tentativi di risveglio dall’ipnosi mediatica, serata dedicata alle opere di autori contemporanei, con letture proposte dai soci insieme all’attore Daniele Coni e con la musica della cantante blues Denise Gueye, accompagnata dal gruppo degli Straysheep.

Si proseguirà venerdì 23 aprile: partirà alle ore 22:30 l’appuntamento del “Dopocena in libreria… Con spuntino di mezzanotte”. Per l’occasione, il Salotto ospiterà il reading “Ho scelto la Tempesta... Di me, di altri ancora...”. Un viaggio dentro le domande, le zone d’ombra del pensiero, l’amare e il resistere, con versi di Beppe Costa e Leonardo Omar Onida e musiche di Simone Sassu. Durante la serata lo staff della libreria proporrà a tutti i partecipanti un invitante buffet all’interno del proprio Salotto.

Negli stessi giorni sarà presente l’intellettuale, poeta e perfomer Beppe Costa, per il Cantiere Poetico: Versi ’n Progress a cura del Progetto OttobreinPoesia; l’autore terrà dal 20 al 23 un laboratorio intensivo di scrittura creativa e video-poetica, e incontrerà gli studenti delle scuole superiori per parlare della poesia ai tempi dei blog letterari e dei social network.


Il programma sarà completato dall’adesione all’iniziativa “librerie indipendenti, Pensieri Intelligenti”: durante la settimana le Messaggerie, insieme alle librerie indipendenti della città, daranno in omaggio ai propri clienti il libricino di “Alice nel Paese delle Lettere” di Roland Topor, canto di rivolta contro ogni tirannia.

Un piccolo libro per delle grandi idee, che le librerie indipendenti di Sassari hanno scelto di regalare alla propria clientela per festeggiare l’evento e per riaffermare l’importanza del proprio lavoro attento e appassionato nella diffusione della cultura, autonomo e libero dalle catene dell’omologazione.
Posta un commento