lunedì 30 maggio 2011

X° Anniversario AMP e Programma della giornata fieristica dell’Editoria Poetica Italiana di domenica 12 giugno 2011 - VERONA



Venerdì 10 giugno 2011
ore 18:00 - Forum FNAC (Via Cappello 34, Verona)
“Anteprima X^ Anniversario AMP - Incontro con l'Autore”
Con la partecipazione di : Maria Luisa Spaziani e il Cancelliere AMP, poeta,
Prof. Nadir M. Aziza

Sabato 11 giugno 2011
ore 11:00 - Palazzo della Gran Guardia, Sala Conferenze
I Consegna dei Diplomi d’Onore
Alle personalità che hanno sostenuto le attività dell’Accademia
Mondiale della Poesia durante i primi dieci anni di esistenza e
che hanno contribuito a promuovere la poesia in Italia e nel mondo
II Consegna dei Premi per l’Editoria poetica
Nicola Crocetti, Crocetti Editore
Sergio Iagulli, Casa della Poesia
Serse Cardellini, Thauma Edizioni
Yasuko Matsumoto, Shichō-sha
III Consegna delle Medaglie d’Onore della città di Verona
da parte del Sindaco della città Flavio Tosi a:
- Jacques Diouf, Direttore Generale della FAO
- Al Saud Al Babtain, Presidente della Fondazione Al Babtain per la Poesia
- Nadir M. Aziza, Cancelliere dell’Accademia Mondiale della Poesia
IV Presentazione ufficiale della creazione del Premio Catullo
per la diffusione della Poesia Internazionale in Italia e
della Poesia Italiana all’Estero

ore 15:00 – Palazzo della Gran Guardia, Sala Convegni
Omaggio a Léopold Sédar Senghor – Presidente Onorario
dell’Accademia Mondiale della Poesia
Con la partecipazione di:
M. Jacques Diouf, Direttore Generale della FAO
Nadir M. Aziza, Cancelliere AMP
Antonino Velez, Università di Palermo
Antonella Emina, CNR Torino, Rivista on-line “Rime”
ore 17:00 - Omaggio a Mario Luzi – co-fondatore dell’Accademia
Mondiale della Poesia. Con la partecipazione di:
Nadir M. Aziza, Cancelliere AMP
Maria Luisa Spaziani, Presidente della Giuria del Premio Mario Luzi
Paolo Lagazzi, scrittore e critico
Davide Rondoni, scrittore, poeta e critico
Yasuko Matsumoto, musicista e traduttrice
Antonino Velez, Università di Palermo




1° Fiera dell’Editoria Poetica Italiana
Domenica 12 giugno 2011
- Palazzo della Gran Guardia
SPAZIO 1 – SALA POLIFUNZIONALE
Inaugurazione della 1° Fiera dell’Editoria Poetica Italiana
“I colori della poesia”, esposizione di quadri sulla poesia risorgimentale
a cura della sezione “Arte” della Fondazione Verona per l’Arena,
Coordinatrice: Maria Luisa Cavaggioni
ore 10:00-12:00Tavola rotonda: quale poesia quale editoria
Relatori: Flavio Ermini, Paolo Lagazzi, Sergio Iagulli, Alessandro Assiri,
Davide Rondoni, Beppe Costa, Serse Cardellini
ore 12:00-12:30 - Thauma Edizioni
Autore: Massimiliano Bardotti, Opera: Fra le gambe della sopravvivenza
Performance di: Massimiliano Bardotti (voce) e Giacomo Lazzeri (chitarra
e tastiera
) Autore: Alessandro Ettore Cimò - Opera: Interferenze - Performance
di
: Alessandro Ettore Cimò (voce) e Giuseppe Giannotti (chitarra)
ore 14:00-14:20 - Aurelia Edizioni
Autore: Donata Dematté, Opera: Nord-Est. Oltre il confine
ore 14:20-14:40 - Bonaccorso Edizioni
Autore: Peter Eustace, Opera: Weathering. L’effetto del tempo


ore 14:40-15:00 - Sigismundus Edizioni
Autore: Davide Nota, Opera: La rimozione
Autore: Augusto Amabili, Opera: La gettata del cielo
ore 15:00-16:00 Lieto Colle Edizioni
Reading poetico: Autori: Salvatore Contessini, Flaminia Cruciani, Paolo
De Faveri, Antonella Facchinelli, Renzo Favaron, ClaudioMoica, Maurizio
Molinari, Rita Pacilio, Marinella Polidori, Salvatore Sblando
Con la partecipazione di: Ennio Cavalli e Michelangelo Camelliti
Coordina l’incontro: Diana Battaggia
ore 16:00-17:00 - Anterem Edizioni
Reading poetico: Autori: Giorgio Bonacini, Mara Cini, Gio Ferri, Marco
Furia, Stefano Guglielmin, Francesco Marotta, Rosa Pierno, Sandro
Varagnolo
ore 17:00-17:30 - Smasher Edizioni
Reading poetico: Autori: Antonella Taravella, Ed Warner, Enzo Campi,
Jacopo Ninni, Natàlia Castaldi, Agnese Leo
Coordina l’incontro: Giulia Carmen Fasolo
ore 17:30-18:00 - Thauma Edizioni
Autori: Fabio Barcellandi, Andrea Garbin, Luca Artioli
Opera: POETHREE new italian voices
Antologia italiano/inglese – traduzione a cura di Dave Lordan

ore 18:00-19:00 - Edizioni Tracce
Reading poetico: Introduzione del critico letterario Walter Mauro
Autori: Francesco Belluomini, Tomaso Binga, Elena Clementelli,
Luciano De Angelis, Nicoletta Di Gregorio, Anna Maria Giancarli,
Maria Luisa Spaziani
Intervento musicale: Cinzia Zuccarini (violino solo)
Autori: Giancarlo Giuliani, Bibiana La Rovere, Nina Maroccolo,
Plinio Perilli, Daniela Quieti, Gulnara Sharafutdinova, Davide
Rondoni
SPAZIO 2 – SALA CONVEGNI
ore 15:30-16:30 – Edizioni Archivio Dedalus

Presentazione del volume di Vincenzo Pezzella, La vita sorpresa,
saggio critico con schede delle opere cine-video sulla poesia italiana
dal 1914 al 2010
Presentazione di due titoli (Maurizio Cucchi. Il viaggiatore di città;
Giovanna Bemporad. A una forma sorella.) curati da: Vincenzo Pezzella
e pubblicati nel 2011 nella collana Voci e Luoghi della Poesia
Italiana in DVD)
Video poetico: Poesie di Transito Testi e regia: Vincenzo Pezzella
Tecnico delle riprese: Maurizio Lauro Tecnico del montaggio: Zanquo
Produzioni Musiche: Antonio Scarano
Sax: Daria Scipioni, Voce recitante: Annig Raimondi, Voce scat: Daniela
Panetta, Voce song: Anna Maria Musaio
ore 16:30-17:00 - Thauma Edizioni
Cortometraggio poetico: Il mio Orfeo, Testi: Serse Cardellini Attori:
Massimo Brizigotti (Orfeo), Serena Montefiore (Euridice), Gioele
Gentiletti (Ade), Sceneggiatura, regia e montaggio: Massimo Brizigotti
Tecnico delle riprese: Luca Trebbi Tecnico del suono: Daniele Russo
Editing e animazione: Mauro Caramanica
ore 17:00-17:30 - B.L.R. VideoArt

Video poetico: Attraversata Testi: Bibiana La Rovere, Video: Erminia
Cardone, Musiche: Carlo La Manna
ore 17:30-18:00 - Effigie Edizioni
Video poetico: Corrispondenze ai margini dell’Occidente, Testi:
Loris Ferri, Stefano Sanchini, Traduzione in spagnolo: Luca Clementi,
Fotografia: Alberto Giuliani, Incisioni: Paolo Fraternal
Tecnico delmontaggio: ClaudioTacchi, Marco Livi, Musiche: MarioMariani
ore 18:00-19:00 - Multimedia Edizioni – Casa della Poesia
Video poetico: Anche ora che la luna, Testi: Beppe Costa, Video e fotografia:
Liliana Arena, Claudia Fichera, Silvia Maglione,
Paola Mandato, Gianluca Masi, Marco Pasqua, Viviana Piccolo, Andrea Vanacore
Musiche: Nicola Alesini, René Aubry, Angelo Badalamenti, Alessandra Celletti,
Andrea Guerra, Scott Joplin, Fabio Mariani, Giovanni Renzo
Voci: Beppe Costa, Viviana Piccolo

Conclusioni e saluti finali: Nadir M. Aziza, Cancelliere AMP

giovedì 19 maggio 2011

beppe costa sceglie: Anna Maria Ortese: "Bellezza, addio"

Anna Maria Ortese: "Bellezza, addio"
Lettere a Dario Bellezza (1972-1992)

a cura di Adelia Battista,
Edizioni Archinto, € 15.00 pp 112

Ancora un libro sulla Ortese e, ancora Dario Bellezza, entrambi accomunati dal destino che li vede "spariti" dal nostro paese.

Malgrado il ringraziamento a me rivolto e malgrado Anna Maria citi, nel periodo relativo alla battaglia per fare applicare per lei (e altri) la legge Bacchelli - sussidio dello Stato ad artisti in difficoltà - di continuo mi citi, ecco che, ancora una volta, come hanno fatto altri ricercatori, il mio nome, la mia fatica vengono ignorati e rimangono altri (forse nomi più noti) a riprendersi un merito che 'loro malgrado' non si siano conquistati.

Un po' di equilibrio lo fanno le lettere di Anna Maria a me e la biografia recente di Adele Cambria.

Nella buona sostanza accade che la Ortese scrivesse da anni non solo a Dario, ma a quasi tutti gli 'intellettuali' o scrittori che stimava o in qualche modo poteva contattare, nel descrivere (senza pietismo) le proprie condizioni di isolamento.

Ma nessuno, prima di allora se n'era occupato più di tanto.

Quando Dario, dopo anni di frequentazioni mi descrisse le sue condizioni e le ristrettezze economiche mi venne l'idea di pubblicarla, non tanto per la pretesa di poterla rilanciare, quanto per poterla indicare, fare in modo che non la si credesse 'finita'.

Così infatti accadde: prima il Treno Russo, poi Estivi terrori, iniziarono a contribuire non poco a riportarla in vita e in libreria. Prima un secondo posto al Premio Rapallo (da ridere, non la si poteva premiare una così 'fuori' dal mondo letterario, poi il Premio Fiuggi.

A quel punto, grazie ad amicizie di Adele Cambria, penetrammo in cravatta alla Presidenza del consiglio (allora Craxi) e, come uno stupido, senza fare le fotocopie, consegnai le lettere di Ortese, ricordo di avere pianto mentre ne leggevo al segretario di Giuliano Amato alcune righe.

Mi chiese di lasciarle e lì rimasero, credo che un giorno, verranno fuori: la modestia e l'umiltà e le condizioni miserabili di Anna Maria sono solo quelli che i geni posseggono.

Un rammarico rimane, certo ed è ciò che racconto, ma non toglierà mai la gioia di essere riuscito (mettendo perfino la cravatta) a far sì che da quel giorno quella legge viene applicata, anche se non ne hanno goduto né Umberto Bindi (gay) né Goliarda Sapienza (aveva commesso furto alla cugina), né Amelia Rosselli, grande poetessa morta suicida.

Non posso però non essere lieto di questo ulteriore libro, anche se mi lascia ancora una volta profonda amarezza.

beppe costa



venerdì 13 maggio 2011

beppe costa sceglie: Stefania Battistella

Non a caso, ancora, malgrado gli anni che disturbano la vista, riesco, ma forse è il 'naso' a scoprire diversità in poesia, musica, teatro, insomma in quell'arte che molti dicono non serva a nulla.
Molti di questi tempi. Tempi bui, senza soluzioni.
E' forse proprio questo allora che maggiore è la qualità di ciò che, soprattutto i giovani, sentono, narrono, esprimono e, ancora, fotografano: il disagio totale, quello senza alcuna speranza. Chi sente sa, anche se giovane, che le speranze si cedono - gratuitamente - a chi si vuol prendere per i fondelli: operai, occupati a mezzo servizio, disoccupati e migranti ché, poi, lo siamo tutti, salvo quei mascalzoni al potere, quasi ovunque che sono stati capace di massacrare parte della popolazione con quell'arma impropria che è la propaganda televisiva.


Ed è così che - profittando di questo - molte case editrici, propongono pubblicazioni a chi altro mezzo di lottare non ha se non la parola.
Fra queste, ne scelgo alcune di Stefania Battistella, diversa certo, ché come oggi accade e dicevo, le vie sono davvero infinite, di pari passo
e la rete, per i curiosi come me, diviene un mezzo formidabile, laddove altri hanno fallito - almeno con me.
Lascio lo spazio al poeta

beppe costa


Buco d'aria

Ho la borsa bucata
perdo felicità per strada
pago il pieno e poi lascio la scia
sfamando chi per caso passa di là…
prima euforia inscalfibile
poi bisogno latente…
non so cucire
non so tappare
ridotta a contare con parsimonia
le gocce di cuore che non sono mie
Colpa dei bisogni…
… e peggio di un clochard ubriaco
Rubo col permesso fittizio
Pezzi di ghiaccio sporchi di alcool
Dai tavolini delle cene romantiche altrui
Per metterli nella borsa bucata
E sperare di non vedere il fondo
Per non perdere gli occhi con gli ideali;
Che cadrebbero…
Fuori da me


Il mostro

Ti voglio rubare gli occhi
Il copione che leggono
Il tempo che conta l’amore
Quello che manca
Voglio sporcare tutto quello che pensi
Ogni posto che guardi
Ogni carezza che dispensi
… voglio rompere la vita
Quella che c’è sopra la pelle
La tua pelle… la voglio rigare e tagliare
Fino a quando non fa più rumore
Quelle mani, chiuderle dentro un baule..
….. poi una spruzzata di polvere
La bellezza del disegno
Togliere al cuore il sostegno
Tutto quello che sarà.. una dimostrazione…
La pazzia dell’amore senza luogo
Tutto ha bisogno di un posto
Per prendere parte al mostro…

Immobile

Mi devi cercare
Poi ti devi fermare
Perché per scrivere poesie
Devi stare immobile e sentire il tempo fermo
Bloccarlo con uno sguardo
E lasciare che le parole vengano…
… ad accarezzarti il viso
…. Devi lasciare che escano
… da quella nuvola così tanto reale..
Troppo reale…
Ci vuole un luogo
Ci vuole pelle
Ci vuole “immobile”
… anche per scrivere poesia come questa..
Nata già vecchia
Sull’orlo di una corda di violino
Pronta a immolarsi per un suono
Ma stammi…
Più vicino

Cuore


E sono io
depongo le armi
si arrugginiscono dentro dolore
appiccicoso
la pioggia calda
vaporosa
scioglie la corazza di cera
i resti delle sere immaginate
e finite nel ghiaccio
il colore gocciola via
mescolato
senza più contorni individuali
si lascia andare
dalle dita alla terra
e quando cade
il mondo si appesantisce un po’
perché lui è
letto di eterne battaglie





Stefania Battistella: "briciole di pensieri e di velluto", Altromondo editore, € 10.00

per acquisti:
altromondo editore
http://www.altromondoeditore.com/shop/home/detail/762