lunedì 23 giugno 2014

Eros e Kairòs poesia al femminile

da sinistra: Giulia Cherubini, Duska Vrhovac, Valeria Raimondi
e Sylvia Pallaracci (foto: Marco Cinque)
Per la prima volta un concorso di poesia tutto al femminile.
Il “mercato” letterario italiano è ormai saturato da premi e concorsi vari, organizzazioni che raccolgono antologie e anche una notevole quantità di danaro, oltreché poeti senza dare loro la minima misura riguardo il lavoro svolto, se può essere considerato valido oppure se possano, anche in minima parte, migliorare. Come se per scrivere una poesia bastasse andare a capo ogni quattro o cinque parole, ed ecco che si può spacciare per poesia qualcosa che invece assolutamente non lo è.

continua a leggere l'articolo 
Posta un commento