martedì 15 luglio 2014

ContrAppunti perVersi: Dario Bellezza

ContrAppunti perVersi è una pubblicazione Pellicanolibri, 1990
Per ordinare il libro utilizza il sito dell'editor
15a parte
per Mario Schifano
Foto: Dino Ignani

Senza sentimenti si viaggia male;
frase con effetto dove più eterno
più eterno è il mare dipinto o la luce
di qualche angelo di passaggio; più
scura la luce se fa male al cuore
o io che resisto al tempo
arrivando al tuo studio vicino
a Carceri Divine, a Gianicoli
solatii, a madri ragazze salutate
prima di partire per non so dove
non so dove, o caro pittore
ritrovato in un giorno di caldo
inverno, tra gli anni dell'avvenire
sospeso, e un passato che non bisogna
dimenticare.

a Rocco

Scaricato alla stazione di Martina Franca
fra trulli autunnali e fichi d'india
riversi al suolo arso della mia Puglia materna
abbandonalo alle fredde rotaie di un treno per Bari
livido di rabbia mattutina
ho pregato il Dio feroce degli esuli

L'esilio comincia dove finisce la terra
sacra degli amanti perpetui oltre la morte,
dove il cuore impazzito sale le scale della fortuna

Dio della velocità ferma dell'attimo fuggente
rapiscimi in una notte senza fondo
dove l'addio consumato fra candide lenzuola
nasconda l'ulteriore figlio non nato!

1987

Un invito in pizzeria. Coi guanti
bianchi mi serviresti se fossi di là,
lontano dal tavolo ammiccando
ai clienti volenterosi nel seguire
il tuo farnetico ambulante cielo
dove ti reclini pensando al sogno
di una vita mai vissuta. Dunque
perdona la vecchiaia del cammino
percorso, l’estrema giovinezza della luce
nei tuoi occhi di smalto, io sono
io le notti fugaci passate insieme
ricordo di un grande Iddio.

da Congedo

Non invento più,
il cuore è spento, in disuso
ma già verso gli anni fuggiaschi
sento un desiderio infinito
di recuperarli.
Sono una fortuna
del passato, e chiudo in silenzio
i giorni catastrofici. Nessuno
sa che cosa sono diventato. Spauracchio
mortale, gattone celeste
o grigio affossatore di avventure.

di ContrAppunti perVersi sono ancora disponibili alcune copie, ordinabili sul sito dell'editore.
100 autori raccolti in volume da me curato, con la prefazione di Luigi Reina dell'Università di Salerno. E ha dato vita a una rassegna in via del Boschetto. 
Inizio a pubblicare alcune pagine dell'Antologia, partendo dalla grande autrice e amica Amelia Rosselli, (e via via tutti gli altri autori), con lei ho avuto diverse occasioni in Sicilia e qualcuna anche a Roma, di condividere la solitudine della poesia.
Tentammo, dopo esserci riusciti per Anna Maria Ortese, di fare applicare la Legge Bacchelli, ma non fece in tempo. Ignara che ne avrebbe goduto i vantaggi, si suicidò l'11 febbraio del 1996
Posta un commento