giovedì 24 luglio 2014

ContrAppunti perVersi: Oliviero Beha

ContrAppunti perVersi è una pubblicazione Pellicanolibri, 1990
Per ordinare il libro utilizza il sito dell'editore 
25a parte

di ContrAppunti perVersi sono ancora disponibili alcune copie, ordinabili sul sito dell'editore.


Questioni

Questioni di abbriio
sulla ghiaia dei ricordi
nell'infanzia delle cose
subito a nord dell'istinto
di una conservazione chimica.
Fino a scoprire
la modernità delle formiche.
Che scappano, ulivi nella mano.
Una pienezza insulsa
tra gli omicidi in corso
mi ha perso nel presente
in via di distrazione
ma so restare lucido
sul futuro degli altri
(nella domenica delle Palme).

Piedi

E all'improvviso
per ragioni minori
la mattina
gli cadde sui piedi
e il tempo
senza essere deserto
divenne un deserto.
Per non scomparire
gli toccò
raccogliere
(pazientemente)
la mattina
rimetterla a posto
liberare i piedi
toccarli.
E camminare.

De nada

L'arcobaleno nel lavabo
futuro latino
del mio passato,
un avvenire impiegatizio
nel gorgoglìo a ventosa
delle avventure idrauliche.

L'elementare trasmissione
della vita - cari -
costa fatica.
Ignorare i muscoli
dell'esistenza
non ha mai significato
fame senza.
Sbrigliare l'emicrania
nel rodeo - poi -
è soltanto un cammeo
lasciato sulla strada.
Grazie. De nada.

E la rima ridà
semplicemente
al senso

ciò che gli rubò prima.


100 autori raccolti in volume da me curato, con la prefazione di Luigi Reina dell'Università di Salerno. E ha dato vita a una rassegna in via del Boschetto. 
Inizio a pubblicare alcune pagine dell'Antologia, partendo dalla grande autrice e amica Amelia Rosselli, (e via via tutti gli altri autori), con lei ho avuto diverse occasioni in Sicilia e qualcuna anche a Roma, di condividere la solitudine della poesia.
Tentammo, dopo esserci riusciti per Anna Maria Ortese, di fare applicare la Legge Bacchelli, ma non fece in tempo. Ignara che ne avrebbe goduto i vantaggi, si suicidò l'11 febbraio del 1996

Posta un commento