martedì 22 maggio 2018

Tre poesie lette da Sara Pusceddu

da: Per chi fa turni di notte, Ass. Culturale Pellicano, 2017

1.
questa non è una poesia d’amore
perché non ha fine né principio

sbanda a ogni curva e s’infila

in ogni volto che passa vicino
questa è soltanto una vita inquieta
che non smette di penare e si offre
a ogni passante che afferra come può
sugli occhi nella bocca e fra i capelli
la notte resta sveglia in poca luce
s’abbandona a ricordi non completi
finché ogni alba riporta la certezza
di non sapere cos’è la poesia e l’amore

non potevo,
non potevo nascondermi
dentro la tua pancia
non potevo
le braccia erano piccole e
brevi i sospiri
ed io sentivo
 per la prima voltacome poteva essere bello
e facile morire
aspetto così di tuffarmi ancora
dentro il tuo piacere
sapendo, sono certo,
di non saper nuotare

senti
questo tetro impero che s’avanza lesto
guardando al mare che diventa cimitero
e uomini sorridenti che fanno contratti
per armare la pace, mentre morti dentro
seminano lutti e pianti all’infinito:
sarebbe meno triste chiudere gli occhi
per sempre


Sara Pusceddu vive a Porto Torres. La maggior parte della sua esperienza nel canto e nella rappresentazione scenica si è svolta attraverso la partecipazione all’attività musico culturale dell’associazione Cantori della Resurrezione, anche in qualità di solista contralto, sotto la direzione del Maestro Antonio Sanna e nell’ultimo periodo sotto quella del direttore Fabio Fresi. In quest’ambito ha partecipato a numerose rappresentazioni sceniche ed eventi in Italia e all’estero fra queste: il “Canto delle pietre”, “Rappresentazione di Anima e Corpo” di Emilio de Cavalieri , “Il festino nella sera del giovedì grasso avanti cena” di A. Banchieri sempre insieme alla Coperativa Teatro e/o Musica di Sassari , “Festival dei due mondi”di Spoleto”. Presente anche come solista nei CD  di Canto Gregoriano “Ad Te Levavi” e di Composizioni per coro su testi e melodie di tradizione orale Sarda “Anghelos cantade” Di recente ha collaborato con la Botte e il cilindro, mentre prosegue con le sue passioni, nei luoghi possibili. In quest’ultimo periodo collabora anche con M° Salvatore Delogu, chitarrista d’eccellenza che l’accompagna fra letture di poesia e canzoni d’autore.

Posta un commento