domenica 27 giugno 2010

Salerno – Al via la 3^ edizione di “Letture senza confini”

Dal 30 giugno ritorna con la terza edizione il progetto di invito alla letteratura “Lettura senza confini“.

SALERNO – Prende il via la terza edizione del Progetto di invito alla lettura “Letture senza confini”, promosso dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Salerno, in collaborazione con l’Associazione “Proteo Fare Sapere Campania” e “Multimedia edizioni – Casa della poesia”.

“Letture senza Confini” presenta, per il 2010, alcune novità.

Il percorso di incontri con l’autore si svolgerà, Salone Villa Carrara, infatti, da giugno a novembre, nella convinzione che la buona lettura “non va in vacanza”, in vari luoghi della città, con l’intento di sperimentare una Biblioteca aperta ed itinerante.

Ed ancora, “Senza Confini”, così denominato per la provenienza ed i temi universali affrontati dagli autori coinvolti, si rivolge quest’anno anche al mondo dei bambini con alcune specifiche proposte di lettura e di conoscenza.

Letture, video, una mostra e performances teatrali si alterneranno nei sette appuntamenti previsti, caratterizzando la nuova edizione del Progetto.

Mercoledì 30 giugno, alle ore 20,00, presso il Salone di Villa Carrara, il primo degli incontri con Elvira Mujcic, giovane scrittrice bosniaca che presenterà, insieme ai responsabili della Multimedia edizioni-Casa della poesia, curatori dell’incontro, i suoi libri “Al di là del caos” e “Se Fuad avesse avuto la dinamite?”.

foto: Elvira Mujcic

La giovane scrittrice bosniaca, naturalizzata italiana, partendo dalla sua terribile esperienza personale di profuga scampata agli orrori del massacro di Srebrenica, ha sentito il bisogno, diventata adulta, di raccontare al mondo la tragedia balcanica, vissuta all’epoca con gli occhi di un’adolescente.

Nella prefazione al volume “Al di là del caos”, Predrag Matvejevic scrive: “Questo libro è una rara testimonianza proprio perché, a differenza di molti altri testi analoghi, ha trovato un’adeguata espressione letteraria”. Ed ancora, in “E se Fuad avesse avuto la dinamite?” i due personaggi, zio e nipote “si districano tra passato e presente, s’inoltrano nei terreni dei rancori familiari, intrecciano guerra e amore, verità e dubbio, passeggiano attraverso le follie di un popolo inebetito, cristallizzato nell’incubo del conflitto”.

Elvira Mujcic è nata nel 1980 in una piccola località serba ma, subito dopo la nascita, è arrivata a Srebrenica, in Bosnia, dove è vissuta fino all’inizio della guerra, nel 1992. Da Srebrenica si è spostata con sua madre e i fratelli prima in Croazia, in un campo profughi, poi in Italia. Nel 2004 si è laureata in lingue e letterature straniere e si è stabilita a Roma.

Il Programma
in collaborazione con “Multimedia edizioni – Casa della poesia”

30 giugno, ore 20,00, Villa Carrara – via Posidonia

Elvira Mujcic presenta “Al di là del caos. Cosa rimane dopo Srebrenica” e “Se Fuad avesse avuto la dinamite?”

13 luglio, ore 20,00, chiostro ex Convento S.Lorenzo, via dei Renzi

Jack Hirschman presenta “Magma”

21 luglio, ore 20,00, chiostro Ave Gratia Plena Minor, Via Canali

Etel Adnan presenta “Nel cuore del cuore di un altro paese”

9 settembre, ore 20,00, Villa Carrara – via Posidonia

Beppe Costa presenta “Anche ora che la luna”

foto: Beppe Costa e Jack Hirschman

in collaborazione con “Proteo Fare Sapere Campania”

28 settembre, ore 17,00, Salone dei Marmi, Palazzo di Città

Livio Sossi presenta “Scrivere per i ragazzi”

Inaugurazione della mostra di illustratori italiani “Le paure dei bambini”

realizzata per il concorso internazionale SIRIA POLETTI “Sulle Ali delle Farfalle”

26 ottobre, ore 17,00, Villa Carrara –via Posidonia

Antonietta Ambrosano e Mimmo Barba presentano “Ri-Cre-Azione”

con letture e rappresentazioni teatrali

25 novembre, ore 17,00, Centro Sociale – via Vestuti

Diego De Silva presenta il suo nuovo romanzo

Segreteria organizzativa : Biblioteca Emeroteca di Villa Carrara : 089/663651-665140
Posta un commento